Scoprire le vite passate con l’astrologia karmica.

Reincarnazione, vite passate, karma e astrologia.

Lo sapevi che la nostra carta del cielo natale, che possiamo calcolare conoscendo data di nascita, orario preciso e luogo di nascita, può parlarci in modo dettagliato delle nostra vite passate?

Esiste un ramo dell’astrologia moderna, l’astrologia karmica che, attraverso l’interpretazione della posizione dei nostri pianeti, ci consente di capire quali sono i nodi karmici che siamo venuti a sciogliere in questa vita e quali abbiamo già risolto e saranno, quindi, per noi un punto di forza per lavorare in questa incarnazione terrena.

Oltre a questi aspetti evolutivi, molto utili per approfittare dell’occasione che ci siamo dati incarnandoci allo scopo di evolvere la nostra anima, abbiamo però anche l’opportunità di sapere qualcosa di più, ovvero conoscere quelle che sono le nostre ultime reincarnazioni e, quando dico ultime, mi riferisco anche ad incarnazioni avvenute migliaia di anni fa. Già, perchè nell’evoluzione dell’anima, in cui il tempo della terza dimensione non esiste, ci dovremo reincarnare molte volte, secondo l’astrologia karmica ben dodici volte per ciascun segno, per poter apprendere a pieno tutti gli insegnamenti di quel segno.

Ma torniamo a quello di cui ti voglio parlare oggi.

Attraverso l’analisi della posizione dei singoli pianeti, possiamo stabilire i nostri anni di nascita delle principali incarnazioni a noi utili in questa fase dell’evoluzione della nostra anima. Ci è possibile conoscere l’anno di nascita quindi, ma anche le nostra caratteristiche principali in quella incarnazione come il ruolo in società, i tratti principali del carattere e le problematiche su cui ci siamo trovati a “lavorare”.

Una volta che si ha questo quadro generale è poi molto interessante continuare l’indagine.

Personalmente, nell’analisi delle vite passate, parto da questo quadro astrologico e, successivamente, faccio delle letture akashiche per approfondire le singole vite che ci interessa approfondire. E’ un metodo molto interessante, che si basa su un ciclo di letture che permette di andare in profondità, capire i blocchi che eventualmente ci limitano ancora nell’evoluzione e risolverli anche mediante guarigioni akashiche.

Personalmente, durante un‘ipnosi regressiva svolta durante un corso con Brian Weiss, psichiatra americano e studioso delle vite passate mediante l’ipnosi, ho avuto esperienza di una vita passata che ho potuto poi datare perfettamente grazie allo studio dell’astrologia karmica e del quadro astrologico tracciato. Su questa vita ho indagato molto attraverso le letture akashiche perchè ho capito che, proprio in quella vita, era presente un nodo ancora presente nella mia vita attuale.

Si tratta di un percorso emozionante e davvero illuminante che, se si decide di farlo, è in grado di portare nella vita un senso di serenità e completezza, che solo le grandi risposte sono in grado di donarci.

Spero di averti portato con questo post una nuova prospettiva e la conoscenza di un nuovo strumento, poco conosciuto e utilizzato ma, a mio parare, realmente fondamentale.

Se vuoi sapere di più su questo percorso puoi scrivermi in privato su Whatsapp QUI

Tanta Luce!

Erika

close
Iscrizione alla Newsletter

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Ti segnaleremo via email i nuovi articoli.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Comments

  1. Tiziana Biagioli

    È interessante questo articolo, sei veramente molto brava.
    Grazie a te sto ogni giorno aprendo di più il mio cuore e la mia mente.
    Grazie di ❤

    1. erika

      Grazie Tiziana, sono felice che questo articolo ti sia piaciuto. E’ una tecnica non molto conosciuta ma è molto utile per aiutarci a capire il percorso della nostra anima. Grazie per aver letto e condiviso il tuo parare <3

Add A Comment